Razer Blade 15 (2019) recensione completa

All’esterno, questo nuovo Blade 15 non sembra molto diverso dal pluripremiato predecessore di Razer: è ancora sbalorditivo, ma non è cambiato molto. Invece di modificare l’aspetto, Razer si è concentrato sugli interni. Ciò significa grandi aggiornamenti: nuove schede grafiche e CPU e uno schermo a 240Hz perfetto per gli eSport.

Sembra fantastico, ma i prezzi sono aumentati: questo modello costa £ 2.530 o $ 2.650 e alcuni sono più costosi. Ne vale ancora la pena Blade 15? Ecco la nostra recensione approfondita completa.

Prezzo

Il Blade 15 aggiornato è disponibile in diverse configurazioni e si chiama ‘Advanced Model’ ma è generalmente noto e anche l’edizione 2019. Il nostro modello include una scheda grafica Nvidia GeForce RTX 2070 Max-Q, una CPU Intel Core i7 di nona generazione e uno schermo Full HD 240Hz.

Se desideri RTX 2070 Max-Q con touchscreen 4K, costerà $ 2.900, ma la CPU di nona generazione viene sostituita con hardware di ottava generazione e questa configurazione non è disponibile nel Regno Unito. È anche possibile combinare RTX 2070 Max-Q con uno schermo Full HD a 144Hz e la vecchia CPU da 8 gn per ridurre il prezzo a £ 2.140 o $ 2.200.

Il prossimo step up include un RTX 2080 Max-Q. Se vuoi lo schermo 4K e la CPU di nona generazione, il prezzo arriva a £ 3.150 o $ 3.300 da far venire l’acquolina in bocca. Il modello Full HD da 240Hz è £ 2.880 o $ 3.000 e la versione 144Hz è £ 2.610 o $ 2.700.

Puoi passare a un RTX 2060, sebbene sia disponibile solo con lo schermo a 144Hz e la CPU di nona generazione. Costa £ 1.890 o $ 2.000. Nella parte inferiore dello stack c’è un modello GTX 1060 Max-Q. Ha solo la CPU di ottava generazione e uno schermo Full HD a 60Hz e costa £ 1.410 o $ 1.400. È economico, ma perdi le funzionalità dello schermo e la potenza grafica.

L’anno scorso, un modello GTX 1070 con uno schermo a 144Hz ti avrebbe portato a £ 2.329 o $ 2.599.

Visualizza tutti i modelli su Razer e puoi anche ma da Amazon.

The Blade ha una forte concorrenza dall’Alienware m15. Quella macchina utilizza anche RTX 2070 Max-Q e ha CPU di nona generazione ed è disponibile con schermi Full HD a 144Hz o 240Hz o pannelli 4K 60Hz.

Non c’è molta differenza di prezzo tra il Blade e un Alienware equivalente: l’m15 con le stesse specifiche costa £ 2.600 o $ 2.480.

Dai un’occhiata alla nostra tabella dei migliori laptop da gioco.

Progetta e costruisci

La maggior parte delle funzionalità di design di Blade sono invariate. La macchina è ancora costruita in alluminio anodizzato, con linee eleganti, loghi intelligenti e nessuna stravaganza inutile. Hai ancora griglie per altoparlanti che inseriscono la tastiera accanto a sottili cornici e un enorme trackpad in vetro.

Questa macchina utilizza la finitura Mercury White di Razer, che è un colore in edizione limitata che ha debuttato lo scorso anno. Questa volta, è disponibile solo sulla macchina RTX 2070 con schermo a 240Hz.

Sembra fantastico, ma rende anche il Blade un po ‘come un MacBook Pro del 2006. Praticamente, ogni preferenza è disponibile in una tonalità nera più sottile se preferisci.

La lama è più spessa del modello dell’anno scorso, ma è ancora snella: 18 mm di spessore e 355 mm di larghezza e con un peso di 2,15 kg. Ha lo stesso peso di Alienware, ma è ancora un po ‘più sottile e più stretto della macchina di Dell. Dell possiede Alienware se non si è consapevoli.

Anche la qualità costruttiva va bene: la base è solida come la roccia e c’è solo un piccolo tocco nella parte posteriore dello schermo. Useremmo una custodia, ma questo è un consiglio prudente per qualsiasi laptop a questo prezzo.

Intorno ai bordi, il Blade offre tre porte USB 3.2 Gen 2 e una connessione Thunderbolt 3 che supporta anche USB-C. C’è un’uscita HDMI, un connettore mini-DisplayPort e un jack audio e Gigabit Ethernet è inclusa solo nei modelli entry-level.

Leggi anche  Recensione HP 250 G7

È un’assegnazione delle porte simile a quella dell’Alienware, anche se quella macchina va oltre offrendo Killer Gigabit Ethernet su tutti i modelli.

Tastiera e trackpad

La mancanza di evoluzione esteriore sul Blade significa che la sua tastiera chiclet rimane praticamente invariata. La tastiera ha un aspetto elegante, con retroilluminazione LED Chroma RGB per tasto e una finitura bianca che si abbina al resto del notebook.

L’illuminazione è eccellente: è estremamente personalizzabile, ha 14 livelli di luminosità e può essere sincronizzata con altre periferiche Razer. Intelligentemente, premendo un tasto funzione si evidenziano le opzioni nella riga delle funzioni e c’è una modalità di gioco per disabilitare i pulsanti potenzialmente rovinosi.

La tastiera di Razer sembra la parte, ma non è senza problemi. Poiché si tratta di una tastiera chiclet, i pulsanti non hanno la corsa, il peso o lo scatto di unità più robuste. I tasti hanno una corsa di circa 1,2 mm e la loro azione di digitazione è veloce e leggera, ma non particolarmente nitida. L’Alienware m15 ha più viaggi e si sente più tattile.

Le chiavi di Razer vanno bene per i giochi tradizionali o per i titoli più lenti. I giocatori di e-sport casuali andranno bene anche per la maggior parte. Tuttavia, i giocatori seri della concorrenza – o solo le persone che prendono sul serio i loro giochi – vorranno una tastiera da gioco più robusta con più viaggi.

Il Razer ha le sue debolezze anche altrove. Non esiste un tastierino numerico – a differenza di Alienware – e i tasti cursore si adattano perfettamente al resto dei pulsanti, il che può essere imbarazzante.

Il touchpad in vetro rimane ampio, reattivo e con supporto completo dei gesti. È più grande del pad di Alienware. Tuttavia, i due pulsanti incorporati sono troppo morbidi. Va bene per l’utilizzo di Windows e tutti coloro che sono lontanamente seri sui giochi dovrebbero collegare un mouse da gioco USB.

Schermo e altoparlanti

Lo schermo Full HD di Blade ha una frequenza di aggiornamento sorprendente di 240Hz. Corrisponde all’Alienware di alta gamma ed è progettato per gli eSport – perché significa che gli schermi mostreranno giochi che funzionano a 200fps e oltre.

Titoli come Overwatch, Fortnite e CS: GO possono funzionare a quelle velocità e avere un framerate migliore e uno schermo più reattivo può fare la differenza tra vincere e perdere quando gareggi, perché un’elaborazione più veloce delle immagini significa tempi di reazione più rapidi. E, lontano dagli sport, è sempre un vantaggio quando puoi rendere i giochi più fluidi.

La maggior parte dei laptop da gioco arriva a 144Hz, quindi avere quasi 100Hz di ritmo extra aiuterà in scenari competitivi. Tieni presente, tuttavia, che la maggior parte delle persone troverà che 144Hz è sufficiente: a questa fine del mercato solo i giocatori più appassionati noteranno il salto a 240Hz e otterrai molto rendimenti decrescenti. Il Blade 15 arriva anche a 144Hz, se lo desideri.

Altrove, il pannello ha cornici sottili e una finitura opaca. Purtroppo, non esiste Nvidia G-Sync. Il gioco è già eccellente su questo schermo, ma sarebbe stato ancora più fluido con la tecnologia G-Sync.

I livelli di qualità sono buoni. Il livello di luminosità di 333cd / m2 è solido, e anche il livello di nero di 0,27cd / m2 è buono: il primo significa toni di alta gamma e il secondo offre aree scure e scure. Creano un rapporto di contrasto di 1.233: 1, che è abbastanza alto da fornire un grande pugno e profondità.

Il Delta E di 1,91 è eccellente e lo schermo ha mantenuto una ragionevole uniformità. L’unico problema è la temperatura del colore, che si attesta a 8.560 K. È caldo e significa che lo schermo ha una leggera pallina rossa quando vengono visualizzati colori più luminosi.

Leggi anche  Recensione Instax Mini Link

Ciò non farà differenza durante le partite. Complessivamente, il contrasto, la precisione del colore e la luminosità del pannello sono eccezionali e offrono un’esperienza di gioco incisiva e soddisfacente con un sacco di vivacità.

Un’ultima raccomandazione: se opti per 4K OLED Blade 15, non dare per scontato che andrà bene per l’HDR. Quel pannello aderisce solo a VESA DisplayHDR 400, che è uno standard HDR di fascia bassa che non fa praticamente alcuna differenza per il contenuto.

Gli altoparlanti sono rumorosi e hanno un impressionante pugno di fascia alta, con toni chiari nella parte alta della gamma e un suono acuto acuto nel mezzo. I bassi sono molto deboli, tuttavia, e gli altoparlanti potrebbero avere ancora un po ‘più di volume. Consigliamo un auricolare da gioco.

Specifiche e prestazioni

RTX 2070 Max-Q ha gli stessi 2.304 core e 8 GB di memoria della versione full-fat 2080 della GPU, ma i suoi clock di base e boost funzionano a 885 MHz e 1.185 MHz. Ciò è ridotto rispetto alle 1.215 e 1.440 MHz dell’intera GPU mobile al fine di migliorare le prestazioni termiche.

Tuttavia, è potente. Comprende il benchmark Ultra di Ghost Recon: Wildlands a 52 fps, che è di sette fotogrammi migliore rispetto alla GTX 1070 nell’Alienware m15 – e la sua media Total War di 69 fps è di tre fotogrammi migliore. In 3DMark Sky Diver, il risultato di Razer di 34.615 corrispondeva praticamente all’M15.

C’è molta potenza qui – ma quali compiti può affrontare questa GPU? Fortunatamente, è in grado di eseguire tutti i migliori giochi di eSport di oggi a più di 200 fps, il che significa che i giocatori possono sfruttare lo schermo a 240Hz.

L’RTX 2070 gestirà anche i giochi per giocatore singolo a framerate solidi, come dimostrano i suoi benchmark Ghost Recon e Warhammer. C’è abbastanza potenza per eseguire anche il ray-tracing di fascia media e sarai in grado di emetterti su cuffie VR fintanto che riduci le impostazioni.

Tuttavia, questa GPU non è in grado di gestire schermi 4K, widescreen o realtà virtuale.

La GPU è accoppiata con un Core i7-9750H. È uno degli ultimi processori Intel, sebbene ci sia poca differenza tra questa parte e l’i7-8750H che si trova in molte altre macchine. Entrambi usano Coffee Lake ed entrambi hanno sei core Hyper-Threaded.

L’i7-9750H funziona a 2,6 GHz con una velocità di picco single-core di 4,5 GHz e un picco all-core di 4 GHz – leggermente migliore rispetto al chip più vecchio. È associato a 16 GB di memoria DDR4 a 2,666 MHz.

Il risultato Geekbench del Core i7 di 17.318 va bene, ma non è in grado di eguagliare i 23.179 di Alienware. Quella macchina avrebbe potuto avere il vecchio i7-8750H, ma aveva 32 GB di memoria. Anche il punteggio PC Mark 10 di Razer di 4.897 è leggermente indietro rispetto all’Alienware.

La macchina di Alienware è costantemente più veloce, e questo può essere spiegato dalla limitazione della CPU di Razer. Nei test più facili il Razer ha raggiunto il suo picco all-core di 4 GHz, ma nei benchmark più difficili i core hanno funzionato tra 2,5 GHz e 3,2 GHz.

Tuttavia, Razer gestisce i giochi, il multitasking quotidiano e molti strumenti di lavoro: si affronterà solo con attività di lavoro di fascia alta, come l’editing video 4K e la progettazione CAD. Tuttavia, se sei interessato a quel tipo di lavoro, Razer non ha un’opzione Core i9, ma Alienware ha.

Di seguito puoi vedere tutti i risultati, confrontati anche con Asus RoG Scar 2 (GTX 1070), Aorus 15 X9 (RTX 2070) e Razer Blade Pro 17 (RTX 2060).

Altrove, il Blade ha un SSD Samsung da 512 GB che offre velocità impressionanti di 3.277 MB / se 1.875 MB / s. La connettività è buona, con il chip Intel AX200 Wi-Fi 6 in grado di gestire 802.11ac / ax insieme al Bluetooth.

Leggi anche  Recensione di Realme 3 Pro

La lama dell’anno scorso era rumorosa e intensamente calda. Il modello di quest’anno non è perfetto, ma è migliore. Le sue temperature interne vanno bene: nei benchmark e nelle prove di stress la CPU e la GPU hanno raggiunto il picco a 80 e 74 gradi.

Durante il gioco, il Razer ha prodotto rumore e calore della ventola, ma non è poi così male: il rumore è relativamente modesto e facile da eliminare con gli altoparlanti o le cuffie. C’è un po ‘più di rumore durante le partite difficili, ma non è ancora male – un po’ più silenzioso di Alienware. E, fortunatamente, il Blade rimane straordinariamente silenzioso e piuttosto cool durante i titoli meno impegnativi.

La parte inferiore, il poggiapolsi e l’area sopra la tastiera diventano tosti durante le intense sessioni di gioco, quindi sconsigliamo di usare la lama in grembo o su una superficie imbottita. Ma questa è la stessa situazione di Alienware e Razer è leggermente migliore rispetto al modello dell’anno scorso.

Durata della batteria

Il Blade ha una batteria da 65 Wh, che è ridotta dall’unità da 80 Wh nel modello precedente ma ancora più grande del power pack da 60 Wh all’interno dell’Alienware m15.

In un test di riproduzione video con lo schermo oscurato a 120cd / m2, il Blade 2019 è durato sei ore e diciannove minuti. È circa un’ora in più rispetto all’Alienware, ma quasi due ore in meno rispetto al vecchio Blade.

In una prova di gioco il Razer è durato per quasi 90 minuti. Ciò non è particolarmente positivo e tieni presente che l’aumento della frequenza di aggiornamento dello schermo ridurrà la durata della batteria, in particolare con un pannello a 240Hz.

In breve, chiunque voglia fare giochi di fascia alta adeguati sul Blade dovrà collegarsi. Se sei lontano dalla rete, otterrai solo un numero limitato di giochi di fascia bassa fatti su questo notebook.

Verdetto

I grandi cambiamenti di The Blade 15 per il 2019 arrivano dall’interno e hanno soprattutto successo. Lo schermo a 240Hz offre una velocità incredibile e una buona qualità e la frequenza di aggiornamento è ottima per gli eSport. RTX 2070 Max-Q ha il ritmo per gestire i titoli degli eSport a questo framerate e ha anche abbastanza potenza per i giochi a giocatore singolo.

Incredibilmente, anche le prestazioni termiche sono migliorate rispetto allo scorso anno: questa macchina è ancora rumorosa e calda, ma non è troppo male e non è peggiore dei concorrenti. E Blade continua a sembrare la parte, con un design sottile e accattivante che è più maturo e modesto dell’Alienware.

L’unico errore dell’hardware è il processore. È un chip solido che va bene per i giochi e il lavoro quotidiano, ma non raggiunge il suo pieno potenziale a causa della limitazione. Se hai bisogno di sferzare il ritmo della CPU, guarda altrove.

Problemi minori includono il modo in cui la tastiera chiclet poco profonda non soddisfa i giocatori, una durata della batteria mediocre durante il gioco e gli altoparlanti non hanno bassi.

Tuttavia, c’è molto da apprezzare qui: il grugnito grafico e il display a 240Hz rendono il Blade una macchina eccellente per gli eSport ed è un’opzione solida anche per i giochi convenzionali. Inoltre, non è più costoso dei sistemi Alienware equivalenti. Se stai cercando un’opzione di gioco elegante e raffinata, l’ultimo Blade è sicuramente un contendente.

Specifiche

Razer Blade 15 (2019): Specifiche

  • Sistema operativo: Windows 10
  • Processore: Intel Core i7-9750H a 2,6 GHz
  • Grafica: Nvidia GeForce RTX 2070 Max-Q 8GB
  • Memoria: DDR4 da 1666 2,666 MHz
  • Schermo: 15,6 pollici 1.920 x 1.080 IPS 240Hz
  • Memoria: SSD Samsung M.2 da 512 GB
  • Porte: 3 x USB 3.2, 1 x Thunderbolt 3, 1 x mini-DisplayPort, 1 x HDMI 2.0, 1 x jack audio
  • Connettività: 802.11ax dual-band, Bluetooth 5.0
  • Dimensioni: 355 x 235 x 18 mm
  • Peso: 2,15 kg