Recensione di Netgear Meural Canvas IIfull

Netgear Meural Canvas II è una prospettiva di nicchia: una cornice d’arte intelligente progettata per mostrare opere d’arte famose (pagate tramite un abbonamento separato) o le tue immagini.

È abbastanza costoso che la maggior parte delle persone non prenderebbe nemmeno in considerazione l’acquisto di uno, ma è conveniente rispetto all’arte reale – e ha il vantaggio aggiuntivo che puoi cambiare le immagini tutte le volte che vuoi.

La fantastica qualità delle immagini aiuta a giustificare l’esborso di una tela Meural, ma i controlli ingannevoli dei gesti e i problemi di connettività rendono una vendita più difficile. Alla fine questo è un bel po ‘di kit se te lo puoi permettere, ma sarebbe difficile definirlo un buon valore.

Progetta e costruisci: una tela bianca

Dall’inizio alla fine, Meural Canvas II è progettato per assomigliare a una tela. Invece di cornici dimagranti, come abbiamo visto su telefoni e laptop, Canvas II si appoggia ai suoi grossi bordi bianchi, ricordando intenzionalmente opere d’arte incorniciate.

Sono disponibili due dimensioni: 41×61 cm (16×24 pollici) e 48×74 cm (19×29 pollici) e quattro stili di cornice: bianco, nero, legno chiaro e legno scuro. Oltre alle dimensioni, le specifiche di ogni modello sono le stesse, anche se i prezzi variano in base alle dimensioni e alla finitura.

Ho testato il telaio più piccolo in nero e ammetterò di essere stato sorpreso da quanto sia piacevole la situazione. Mi aspettavo un po ‘più di smalto da un prodotto che parte da £ 600 / $ 400, ma in tutta onestà quell’impressione svanisce rapidamente dopo aver montato la tela sul muro – dopo tutto, questo non è un prodotto che probabilmente raccogliendo molto spesso.

Il montaggio è semplice come sarebbe per qualsiasi cornice, con opzioni sia verticali che orizzontali. Acquista il supporto girevole opzionale e puoi facilmente passare da uno all’altro anche al volo. L’unica cosa da ricordare è che avrai un cavo di alimentazione di cui preoccuparti: se riesci a farlo passare attraverso il muro allora fantastico, ma altrimenti dovrai convivere con esso scendendo sul pavimento sotto il telaio.

Il cavo di alimentazione si collega al telaio sul retro, ma le altre porte del Canvas sono nascoste dietro una piccola porta sul lato del telaio: una porta Micro USB, slot per schede SD e presa Ethernet. È possibile utilizzare la porta USB o lo slot SD se si desidera visualizzare le proprie immagini, anche se è anche possibile aggiungerle tramite il cloud.

Leggi anche  Recensione di Vivo Nex 3: hands-on

Se riesci a nascondere il cavo di alimentazione, Meural fa un discreto lavoro di mimetizzazione come una vera cornice. Se qualcuno si avvicina sarà in grado di individuare la differenza, ma a distanza l’effetto funziona e soprattutto nasconde il fatto che questo è in realtà solo un altro schermo nella tua casa.

Esposizione: un’opera d’arte

Parlando di quello schermo: va bene. Davvero buono, anche se ci sono alcuni aspetti negativi di cui essere consapevoli.

A seconda della dimensione complessiva della tela, otterrai uno schermo da 21,5 pollici o 27 pollici, ma in entrambi i casi è 1080p. Un’opzione 4K a risoluzione più elevata sarebbe sicuramente un gradito aggiornamento – uno per il Canvas III che sospetto – ma la qualità delle immagini è abbastanza forte che probabilmente perdonerai di essere limitato al Full HD.

È un LCD AHVA – essenzialmente lo stesso tipo di IPS – quindi qui non si ottiene OLED. Ma probabilmente non lo vorresti comunque, poiché il rischio di burn-in dell’immagine sarebbe troppo grande se decidessi di mantenere in mostra la stessa grafica per un po ‘.

Inoltre, un buon schermo LCD come questo può offrire una precisione cromatica fenomenale, che è una delle cose più importanti nella visualizzazione di fotografie o dipinti. Insieme alla finitura opaca del display, è quasi il più vicino possibile ad apparire come una stampa incorniciata.

Ci sono ancora omaggi. Netgear ha fatto del suo meglio per nascondere la retroilluminazione LCD rivelatrice – il grosso bordo bianco forse gioca un ruolo – ma lo cogli ancora di tanto in tanto. Più frustranti sono gli angoli di visione, con le immagini che si sbiadiscono notevolmente man mano che ci si sposta di lato. Non è un rompicapo, ma ti consigliamo di considerarlo quando decidi dove montare la tela.

C’è un’altra cosa da tenere presente: le proporzioni. Il display Canvas è 16: 9, come una TV. La maggior parte delle fotografie a pieno formato sono in formato 3: 2 e i dipinti sono di tutti i tipi di dimensioni, quindi tieni presente che dovrai quasi sempre vedere le immagini ritagliate per adattarle o circondate da un letterbox nero.

Software: lavori in corso

Dal punto di vista hardware Meural Canvas II colpisce soprattutto, ma purtroppo l’esperienza software è incoerente.

Leggi anche  Samsung Galaxy Tab S6 vs Galaxy Tab S4

Il programma di installazione richiede l’utilizzo di un telefono o tablet separato e ho riscontrato numerosi problemi durante la connessione del mio campione di recensione alla mia rete Wi-Fi. Ore di frustrazione e due ripristini di fabbrica più tardi ho collegato Canvas, ma a questo prezzo dovresti aspettarti una configurazione più fluida.

Una volta che è attivo e funzionante, puoi controllare Canvas con l’app del telefono o utilizzare i controlli sul dispositivo. Entrambi sono spiacevoli nei loro modi diversi.

Le impostazioni sul dispositivo sono bloccate dietro alcuni controlli gestuali a metà cottura che ti vedono agitare le mani davanti al riquadro per scorrere nell’interfaccia utente. Se fossi caritatevole, suggerirei che questi controlli gestuali hanno funzionato forse una su dieci volte, e anche allora sono più lenti e più ingombranti dell’app.

Alcuni pulsanti discreti avrebbero fatto meraviglie qui. Così com’è, ti renderai presto conto che stai meglio con l’app. Questo è fantastico, ti consente di regolare le impostazioni, cambiare le immagini e sfogliare la vasta libreria Meural, ma solo quando può rimanere connesso.

Problemi di connessione persistenti significavano che in genere mi veniva detto che il mio Canvas era offline quando provavo a connettermi ad esso, lasciandomi senza alcun modo per connettermi ad esso. Cercare di risolvere questo problema dall’app ti riporta indietro a configurarlo da zero – no grazie – lasciando poca opzione ma aspettare e sperare che ritorni online.

Prezzo: un’immagine vale mille sterline

Il vero problema è che per tutti questi problemi tecnici, non sono ancora arrivato al cuore del problema del Meural: che dopo aver trascorso la parte migliore di un grande acquisto, non sarai in grado di mostrare alcuna arte oltre le tue immagini e alcuni campioni gratuiti a meno che tu non ripaghi.

La Meural Canvas II parte da £ 599 / $ 399 per le dimensioni più piccole con una cornice in plastica, e arriva fino a £ 829 / $ 699 per il modello più grande con legno. È molto più di qualsiasi altra cornice digitale che abbiamo recensito, anche se è vero che racchiude un display più grande e alcune caratteristiche uniche.

Ma oltre a ciò, per ottenere il massimo dal tuo Meural dovrai anche pagare la quota associativa mensile di $ 8,95 (o $ 69,95 all’anno), che ti consente di accedere a una biblioteca di oltre 30.000 opere d’arte.

Leggi anche  Recensione Realme 5i

Anche questo non ti dà nemmeno tutto, perché alcune opere d’arte non sono nemmeno incluse nell’abbonamento, richiedendo di pagare un costo aggiuntivo per scaricarle.

È comprensibile che l’arte non dovrebbe essere gratuita, soprattutto quando si tratta di un mix di vecchi classici e opere moderne, il che significa che pagando stai aiutando a sostenere i nuovi artisti, ma con un forte prezzo iniziale per la cornice, una quota di abbonamento mensile e con costi aggiuntivi per alcune opere, è difficile vedere il modello Meural funzionare per chiunque non abbia soldi da bruciare.

Verdetto

Meural Canvas II sembra la parte, e mentre il display ha dei limiti è ancora l’opzione migliore in giro per visualizzare la tua fotografia o appendere opere d’arte digitale sul muro.

Il problema è che tra l’alto prezzo del frame e l’abbonamento in corso dovrai pagare molto e continuare a pagare – il che sarebbe più perdonabile se non fosse per i problemi Wi-Fi e controlli ingannevoli.

Se puoi permetterti il ​​prezzo, vale la pena sopportare le frustrazioni del software, ma per la maggior parte di noi sarà più difficile giustificarlo. Netgear potrebbe dover tornare al tavolo da disegno.