La FCC ha adottato sempre più misure per combattere le chiamate automatiche e l’ultima serie di regole (PDF) che sta implementando include la limitazione anche delle chiamate non telemarketing effettuate ai telefoni residenziali. Le organizzazioni non commerciali, commerciali e senza scopo di lucro possono ora effettuare solo fino a tre chiamate per numero residenziale entro 30 giorni e sono tenute a consentire ai destinatari di rinunciare. La FCC non aveva un limite per le chiamate non di telemarketing prima di questa modifica. Inoltre, la commissione ha introdotto (PDF) nuove regole per i fornitori di servizi vocali, che ora sono tenuti a rispondere alle richieste di rintracciamento per fonti di chiamate illegali da parte della commissione e delle forze dell’ordine.

Ora sono anche tenuti a indagare sulle chiamate illegali identificate dalla commissione e ad adottare misure per mitigare tali chiamate se giungono alla stessa conclusione. La FCC afferma che anche i vettori devono “esercitare la dovuta diligenza nel garantire che i loro servizi non vengano utilizzati per originare traffico illegale”. Oltre a implementare queste nuove regole, la FCC ha ampliato i porti sicuri per i fornitori per eliminare la responsabilità legale per il blocco delle chiamate a livello di rete. Detto questo, i provider devono prendere di mira solo le chiamate che “molto probabilmente sono illegali, non semplicemente indesiderate” e devono utilizzare la supervisione umana.

Nel tentativo di essere più trasparenti, la FCC richiede ai provider di avvisare i chiamanti se sono stati bloccati. Le compagnie telefoniche devono anche fornire agli abbonati un elenco di chiamate bloccate su richiesta e fornire un aggiornamento sullo stato delle controversie sul blocco delle chiamate entro 24 ore.

Leggi anche  The Morning After: le recensioni di Xbox Series X e Series S sono arrivate