A meno di un anno dal suo arrivo, il servizio di video streaming di alto profilo in formato breve Quibi non c’è più. La società ha annunciato in ottobre che avrebbe chiuso “circa” il 1 ° dicembre, ma non ha offerto una data precisa per la chiusura delle sue attività. Quel giorno è arrivato e Quibi è morto.

Non potrai più accedere o accedere ai programmi di Quibi, che sono stati presentati in episodi di 10 minuti o meno. Tuttavia, come Varietà note, l’app ormai inutile rimarrà sul tuo dispositivo finché non la elimini.

Quibi sembrava condannato fin dall’inizio. Aveva diversi fattori che lavoravano contro di esso, inclusa un’abbondanza di servizi di streaming e app concorrenti, mentre gli utenti inizialmente non erano in grado di guardare i suoi contenuti da nessuna parte se non su un dispositivo mobile. La pandemia COVID-19, nel frattempo, ha spinto molte persone che normalmente si spostavano e guardavano cose su un autobus, treno o metropolitana a rimanere a casa per prevenire la diffusione del coronavirus. Quibi è stato progettato per la visualizzazione in movimento.

Alla fine, però, il pubblico non se ne curava abbastanza. La società di ricerca Kantar ha stimato che la base di abbonati Quibi è scesa a 710.000 nel terzo trimestre, con un calo di circa 400.000 rispetto al trimestre precedente.

Quibi, che aveva raccolto 1,75 miliardi di dollari prima del lancio in aprile, ha avuto alcuni successi. Uno dei suoi progetti, #FreeRayshawn, ha vinto un paio di Emmy recitazione a settembre. La società sta ora cercando di vendere le sue risorse, quindi c’è la possibilità che dimostri come quella potrebbe essere disponibile per lo streaming altrove a un certo punto.

Leggi anche  LAFC offrirà ai frequentatori dello stadio audio sul campo tramite i loro telefoni