Quando cerchi un power bank adatto per caricare un laptop o una console, devi tenere a mente due cose: può fornire abbastanza energia per caricare il mio laptop, ed è la capacità abbastanza alta da dare alla batteria una spinta ragionevole?

I laptop e le console non si caricano tramite una porta USB standard: ne hai bisogno di uno dotato di Power Delivery o Quick Charge 4. Questi possono arrivare fino a 100 W, ma esattamente quanto ti serve dipende da quanta energia è richiesta dal tuo dispositivo.

Il modo migliore per scoprirlo è verificare le specifiche del caricatore da muro che si utilizza per alimentare il dispositivo a casa. Idealmente stai cercando una figura in Watt, ma potrebbe essere espressa in Amp e Volt, che moltiplichi per ottenere il punteggio in Watt. Se non riesci a trovarlo qui, controlla le specifiche sul sito del produttore o nelle scartoffie fornite con il laptop.

Se il laptop o la console si carica tramite un cavo proprietario anziché USB-C, è comunque possibile caricare il laptop utilizzando una power bank, ma è necessario selezionare un bank con una presa CA a cui è possibile collegare fisicamente il laptop utilizzando il suo caricatore di rete. In tale scenario, la power bank interviene semplicemente per sostituire la presa a muro.

Abbiamo messo insieme una serie di articoli per aiutarti a scegliere la migliore tecnologia di ricarica per i dispositivi mobili che porti ovunque. Ti piacerà anche:

  • Per ricaricare lontano da casa: Power bank per telefoni e tablet | Power bank per laptop | Adattatori da viaggio
  • I migliori caricabatterie da parete e desktop: Per telefoni e tablet | Per laptop
  • Per comodità: I migliori caricabatterie wireless
  • I migliori cavi di ricarica: Micro-USB | USB-C | fulmine

Le migliori recensioni di power bank per laptop

1. Zendure X6

  • Valutazione:

    UN 45W Power bank USB PD di Zendure, questo X6 ha l’ulteriore funzionalità di funzionare come hub USB mentre è collegato al tuo laptop. E si basa su una lettura LCD di esattamente quanta energia rimane e quattro uscite USB full-size, una delle quali è compatibile con Quick Charge 3.0.

    Perché non è in cima alla nostra classifica? Molto semplicemente, prezzo. Ma se puoi permetterti di spendere £ 74,99 su una power bank per il tuo laptop, non rimarrai deluso.

    Guardando un po ‘diverso dai precedenti power bank Zendure, il suo design più morbido è ancora duro e robusto come loro. C’è anche una garanzia di 24 mesi per la massima tranquillità.

    In comune con tutti i power bank Zendure c’è anche la ricarica passthrough, un’incredibile standby di sei mesi, un’efficienza dell’80% superiore alla media e la tecnologia Zen + in grado di fornire la carica ottimale per il tuo dispositivo.

    La funzionalità hub USB è supportata su due output di dimensioni standard, offrendo il trasferimento di dati a velocità fino a 480 Mb / s. Tutte e quattro le uscite USB possono anche fornire energia, con una a 18 W e le altre tre a 12 W, condividendo una potenza massima di 45 W.

    2. Power bank Dodocool 20100mAh con 45W USB-C PD

    • Valutazione:

      Sfortunatamente questo power bank Dodocool USB PD sembra essere andato in vendita nel Regno Unito, sebbene sia ancora disponibile negli Stati Uniti. Se riesci a procurartene uno, fallo, perché è molto.

      Ci piace perché ha un output superiore rispetto alla maggior parte delle power bank commercializzate come “power bank per laptop”. Valutato a 45W caricherà un MacBook USB-C, ma anche il nostro Mi Air 12 che si rifiuta di ricaricare dai tipici power bank USB-C PD da 30W. Alimenterà anche il nostro Mi Notebook Pro, anche se non può caricarlo allo stesso tempo.

      Leggi anche  Le migliori cuffie con cancellazione del rumore: silenzia il suono

      Il Dodocool è notevole per un paio di altri motivi. Innanzitutto, quell’uscita USB-C funziona anche come input e, se dovessi caricarla utilizzando il caricatore per laptop USB-C PD, ricaricherai la batteria in sole tre ore. Con il supporto per la ricarica passthrough è anche possibile caricare contemporaneamente un altro dispositivo collegato.

      È piuttosto sorprendente se si considera che si tratta di un banco da 20.100 mAh ad alta capacità, anche se in realtà non si vedrà tutta la potenza erogata ai dispositivi. L’efficienza standard del settore è compresa tra il 60 e il 70 percento, quindi aspettati un massimo di 14.000 mAh. Quante volte che verrà caricato un laptop dipende dalla sua capacità della batteria.

      In secondo luogo, ci sono due ulteriori uscite USB-A (full-size), il che significa che è possibile caricare fino a tre dispositivi contemporaneamente. Queste due porte hanno un’uscita combinata di 12 W, quindi funzioneranno più velocemente con un solo dispositivo collegato.

      Quindi è giusto dire che Dodocool è un dispositivo molto funzionale per caricare i tuoi dispositivi mobili, in particolare i laptop. Sfortunatamente, non funziona abbastanza bene nel reparto look.

      Questa è una grossa lastra di plastica nera rettangolare di circa 481 g di peso e 188 mm di lunghezza. Non si inserirà in una tasca e non passerà inosservato in una borsa. È molto grande per un power bank da 20.100 mAh, ma i caricabatterie per laptop non sono noti per le loro dimensioni compatte.

      Leggi la nostra recensione completa su Dodocool 20,100 mAh USB PD Power Bank.

      3. Banca di potere Charmast 26800 mAh

      • Valutazione:

        Il Power Bank da 26,800 mAh Charmast è un caricabatterie PD che può alimentare i modelli MacBook dal 2015 al 2017 con ricarica USB-C (tuttavia non supporta i modelli MacBook Pro). Può anche essere utilizzato per caricare console Nintendo Switch e telefoni Apple o Android. Con 430 g c’è un leggero peso, ma certamente non è pesante.

        Il power bank ha una struttura sottile che lo rende ultra-portatile da trasportare in una borsa (è persino dotato di una custodia per il trasporto) – non si adatta alla tua tasca perché è leggermente alto. C’è anche un rivestimento gommato, che gli conferisce ulteriore presa e resistenza dallo slittamento su una superficie piana.

        Il power bank Charmast ha tre ingressi di ricarica: microUSB, Lightning e USB-C. La porta USB-C funge anche da spegnimento. Oltre a questo, ha tre porte USB-A di alimentazione femmina, quindi puoi collegare diversi tipi di cavi per caricare contemporaneamente vari (fino a quattro) dispositivi.

        Viene fornito anche con cavi di ricarica: due da USB-A a microUSB, uno da USB-C a USB-C e un adattatore Lightning che puoi collegare alla testa del microUSB per caricare i dispositivi Apple o persino caricare la banca stessa.

        Abbiamo caricato la power bank utilizzando un caricabatterie da parete con caricabatterie rapido da 18 W USB-C e ha raggiunto la carica completa in circa 3 ore, anche se Charmast suggerisce che dovrebbero essere necessarie dalle 11 alle 16 ore se si carica con un normale caricatore da parete.

        Leggi anche  Miglior tablet 2019: quale tablet è giusto per te?

        Il caricabatterie Charmast supporta anche Quick Charging 3.0 a 12V (altrimenti lo standard è 5V), ma dovrai caricare la porta USB arancione (etichettata Output 3 sul dispositivo) o la porta USB-C. Tieni presente, tuttavia, se stai utilizzando la porta Quick Charge e una delle porte USB-A standard insieme, si caricheranno entrambi a 5 V. Sarà necessario scollegare la porta standard per la porta di ricarica rapida per fornire di nuovo la potenza maggiore di 12V.

        Il power bank Charmast è un’opzione solida se si desidera un enorme 26.800 mAh di potenza di backup. È semplice, portatile e ha caricato rapidamente i nostri dispositivi nella nostra esperienza.

        4. Presa di alimentazione portatile serie PowerStation 20100mAh RavPower

        • Valutazione:

          Gli occhi d’aquila noteranno che in realtà questo non è un power bank USB PD, ma è un power bank standard con l’aggiunta di una presa CA in grado di caricare il tuo laptop.

          Cominciamo con l’ovvio: con 69x69x146mm questo power bank non si adatta alla tasca di nessuno. RavPower invece fornisce una custodia a rete morbida per il trasporto della power bank e dei cavi necessari, oltre a una custodia rigida con cerniera che può contenere e il caricatore CC esterno richiesto (non utilizzare Micro-USB per ricaricare questo caricatore portatile). Abbiamo anche trovato un moschettone nella confezione, che può essere fissato al cinturino sulla custodia.

          Ci sono due ragioni per le sue dimensioni: in primo luogo, è un enorme power bank da 20.100 mAh (74.37 Wh) con abbastanza succo per riempire un iPhone 7 sei volte, un Galaxy S7 4,5 volte o anche un MacBook da 12 pollici 1,3 volte; in secondo luogo, c’è molta tecnologia di ricarica intelligente all’interno.

          La differenza chiave tra questa banca di potere e quelli che costano un quinto del prezzo di RavPower è la 65W presa AC a tre pin e ingresso DC 19 V / 1,6 A. Potrebbe avere un’enorme capacità, ma tramite l’ingresso DC si caricherà in sole quattro ore. In confronto, per ricaricare un power bank standard di questa capacità occorrerebbero almeno 10 ore. Nel frattempo, la presa di corrente nella parte superiore consente di collegare e alimentare qualsiasi cosa, dai droni e action cam a stampanti e laptop, a condizione che assorbano meno di 65 W.

          Per telefoni, tablet e altri dispositivi USB ci sono due uscite USB: una USB-C, che funziona a 5V / 3A e un’uscita iSmart USB 5V / 2.4A. Non c’è supporto per Quick Charge ma entrambe sono porte a ricarica rapida, con l’uscita iSmart in grado di riconoscere il tipo di dispositivo collegato e fornire solo la potenza necessaria.

          Per passare dall’alimentazione USB alla presa CA è sufficiente tenere premuto il pulsante di accensione per tre secondi per accenderlo. Questo pulsante di accensione può anche essere toccato per mostrare quanto è piena la banca di potere, con cinque LED in una striscia attorno al suo ventre che rappresentano ciascuno il 20 percento, o 4.020 mAh.

          In realtà non è abbastanza 4.020 mAh, perché non tutti quei 20.100 mAh sono disponibili per i tuoi dispositivi. Un po ‘di energia viene sempre persa attraverso la conversione di calore e tensione e il livello di efficienza standard del settore è compreso tra il 65 e il 70 percento.

          Leggi anche  I migliori Chromebook 2019

          Esiste anche una versione da 27.000 mAh con una spina europea a due pin.

          Leggi la nostra recensione completa su RavPower PowerStation.

          5. Anker PowerCore Speed ​​20000 PD

          • Valutazione:

            USB Power Delivery può offrire fino a 100 W in entrambe le direzioni. Ma il “fino a” qui è importante: offre questa banca di potere Anker 22.5W, il che significa che caricherà il tuo laptop USB-C solo se soddisfa tale requisito.

            Apparentemente il MacBook da 12 pollici (fornito con un adattatore da 29 W), anche se il nostro laptop Mi no. Dovrai controllare attentamente le specifiche del tuo laptop, o forse il caricabatterie che stai attualmente utilizzando, per vedere se sarà supportato.

            Anker PowerCore Speed ​​offre 20.100 mAh di potenza per far funzionare i tuoi dispositivi, e come tale è un’alternativa a bassa capacità ed economica al 26800 PD 27W. Ma nel design – e, naturalmente, nella capacità – assomiglia di più all’Anker PowerCore 20000, un dispositivo leggermente più economico ma uno con due porte USB-A e nessun supporto per USB Power Delivery.

            Pagherai £ 49,99 per questo Anker PowerCore Speed ​​20.100 PD nel Regno Unito o $ 79,99 negli Stati Uniti. Sebbene il nostro esempio di recensione sia stato fornito con un adattatore di rete USB-C PD da 30 W (con spina a due pin USA), non crediamo che ne venga fornito uno nel Regno Unito. Ciò dovrebbe spiegare la differenza di prezzo, dal momento che pagherai fino a £ 20 per tale spina nel Regno Unito.

            Anche così, un penny a corto di £ 50 per un dispositivo che offre una carica follemente veloce – e ricarica (in sole quattro ore), con USB-C PD supportato anche sull’ingresso. C’è anche tranquillità associata all’acquisto da Anker, che è uno dei marchi più noti nel mercato delle power bank.

            Ovviamente non vedrai effettivamente 20.000 mAh in termini reali. I power bank in genere funzionano con un’efficienza compresa tra il 60 e il 70 percento, quindi potresti ottenere circa 13.000 mAh per caricare i tuoi dispositivi.

            Il design è la tariffa standard di Anker, un mattone di plastica rettangolare con una finitura opaca e angoli leggermente arrotondati. Quattro LED sono usati per mostrare quanta capacità rimane, il che non dà un’impressione particolarmente precisa quando ogni LED rappresenta 5000mAh.

            La power bank è piuttosto pesante con 371 g, il che è comprensibile data la capacità, ma il suo design allungato lo fa sembrare più voluminoso di quello che è. Lo troverai più pratico portare l’Anker in una borsa che in una tasca.

            Sul lato c’è un pulsante che attiva questi LED per mostrarti cosa c’è a colpo d’occhio, anche se la ricarica è automatica quando si collega il dispositivo. Puoi aggiungerne due se lo desideri, con due porte trovate a un’estremità: una è una porta PD USB-C e l’altra un’uscita USB-A da 10 W con PowerIQ (tecnologia che identifica il tipo di dispositivo e fornisce la quantità ottimale di potenza ).

            Non è possibile caricare un dispositivo per ricaricare il power bank Anker in una sola volta (ricarica passthrough), sebbene l’ingresso USB-C PD significhi che dover caricare ciascun dispositivo separatamente è meno una seccatura.

            Leggi la nostra recensione completa su Anker Powercore Speed.