Sony ha affinato i controller PlayStation ufficiali per anni, e l’iterazione di PS4 – il DualShock 4 – è senza dubbio la migliore che sia mai stato, con un design ergonomico e la funzionalità extra come i controlli di movimento e un touchpad.

Tuttavia, ciò non significa che non ci siano margini di miglioramento, e ora c’è un intero ecosistema di controller di PlayStation 4 di terze parti che offrono qualcosa di diverso. Sia che tu voglia un pad di fascia alta per i tornei o qualcosa di economico e allegro per le mani più piccole (o meno attente), dovrebbe esserci qualcosa per te.

Ricorda che puoi utilizzare il DualShock 4 ufficiale sul PC e che la maggior parte dei controller di terze parti funzionano anche su un computer – l’unica eccezione nel nostro riepilogo è il Mini Gamepad Wired a budget di Hori – sebbene alcuni si comportino meglio di altri.

Assicurati di controllare anche il nostro riepilogo delle migliori offerte per PS4, che include controller e altri accessori, nonché giochi e console.

PlayStation DualShock 4

    Cominciamo con ol’ fedele: il DualShock 4. Mentre Microsoft ha scatenato le variazioni innumerevoli sul suo controller di base Xbox One, Sony ha (per lo più) resistito alla tentazione con il DualShock 4, solo rilasciando un aggiornamento per il pad – riconoscendo chiaramente che si tratta un controller abbastanza potente che non ha bisogno di modifiche costanti, perfezionamenti o una versione di fantasia Elite.

    L’estetica è la classica PlayStation e, a prima vista, si potrebbe pensare che la funzionalità sia sostanzialmente la stessa, con i pulsanti del viso standard, D-pad, stick analogici e trigger a spalla. Troverai anche i pulsanti Opzioni e Condividi. Funziona in modalità wireless, ricarica tramite microUSB e ha una durata della batteria di tutto rispetto.

    C’è di più sotto il cappuccio di quello però. Ci sono controlli di movimento (anche se non molti giochi li usano), una barra luminosa che cambia colore per adattarsi agli eventi di gioco e un touchpad che funge anche da pulsante. Le versioni più recenti del controller (dal 2016) rendono anche la barra luminosa leggermente visibile attraverso il touchpad, anziché limitarla alla parte posteriore del controller.

    Il DualShock 4 aggiornato non è un miglioramento abbastanza grande da giustificare un aggiornamento, ma se hai bisogno di sostituire un controller rotto, o vuoi prendere un secondo per il multiplayer locale, ci sono molti motivi per afferrarne uno ufficiale . È più economico della maggior parte della concorrenza, ora ha una gamma decente di colori e sai che funzionerà.

    Controller Scuf Impact PS4

      Lo standard DualShock 4 va tutto bene, ma se sei disposto a spendere un po ‘di più puoi ottenere molto più valore per il tuo dollaro. E per i nostri soldi, alcuni dei migliori controller PS4 in assoluto provengono da Scuf.

      L’azienda offre due modelli base di controller PS4: Impact e Infinity4PS Pro. Abbiamo testato Impact, che prende spunto dal pad dell’Xbox One, ma dai un’occhiata all’Infinity se preferisci una forma DualShock più tradizionale, al costo di un minor numero di paddle posteriori.

      In entrambi i casi, la personalizzazione è il primo, più ovvio punto vendita di Scuf. È possibile progettare il controller in qualsiasi combinazione di colori che si possa immaginare, inclusi i colori dei pulsanti e del pollice e persino aggiungere una presa testurizzata sul retro del pad.

      Altre opzioni avanzate, tra cui prendere i tuoi thumbsticks (cupola o concavi, lunghi o normale), scegliendo tra un D-pad o un disco di controllo, l’aggiunta di capelli regolabile trigger, rimappatura le pale posteriori al volo, e anche rimuovendo il rombo di rendere il controller più leggero e più preciso.

      I thumbsticks possono essere rapidamente scambiati a casa, mentre i trigger offrono una flessibilità ancora maggiore – non solo è possibile passare da coperture regolari ed estesi di innesco, ma se si opta per il kit di attivazione è anche possibile impostare uno stop trigger per ridurre il movimento grilletto e accordare con precisione i trigger dei capelli per la risposta perfetta.

      Ognuna di queste aggiunte si aggiunge al costo, quindi più fussierate siete e più pagherete. Potrebbe valerne la pena, perché la qualità è eccezionale – i pad di Scuf si sentono ben fatti, sono affidabili, e giocano solo dannatamente bene. Sia che tu sia serio sul gioco competitivo o semplicemente vuoi concederti, in questo momento Scuf è il migliore.

      Leggi anche  I migliori giochi PS4 del 2019

      Nacon Revolution Unlimited Pro

        Il Revolution Unlimited Pro non è il primo tentativo di Nacon in un controller high-end per console e PC, ma è probabilmente il migliore. Ciò dipende principalmente dalla personalizzazione del controller, con molti confronti tra esso e il controller Xbox One Elite di fascia alta di Microsoft.

        Non è difficile capire perché – la licenza ufficiale di Nacon Revolution Unlimited Pro sfoggia il fattore di forma generale preferito dalla console di Microsoft, anche se sono presenti caratteristiche distintive di PS4 (inclusi touchpad e barra luminosa). Sfoggia una splendida finitura opaca sul davanti, con un materiale grippy sul retro per impedire al controller di scivolare nelle mani sudate durante i momenti di intenso gioco online. C’è anche un volume dedicato e controlli mic sul retro, e non è qualcosa che abbiamo visto con molti controller.

        Di certo non è appariscente come gli altri controller della nostra classifica, con un look sobrio con un singolo anello LED attorno alla levetta analogica destra che conferisce al controller un po ‘di carattere.

        Ovviamente, gli sguardi sono solo secondi alla funzionalità, e anche la Revolution Unlimited Pro non delude. Oltre a poter personalizzare i quattro pulsanti aggiuntivi sul retro, puoi sostituire gli stick analogici e aggiungere pesi aggiuntivi per rendere il controller più solido, ma la vera magia si verifica quando lo colleghi al tuo Mac o PC.

        L’app Revolution Unlimited Pro di Via Nacon ti consente di personalizzare ulteriormente la personalizzazione. È possibile regolare la vibrazione su base motoria, regolare la sensibilità e la banda morta di ciascun trigger, rimappare qualunque sul controller e regola la curva di risposta dei tuoi stick analogici – e questo è solo un graffio sulla superficie della suite di funzioni offerte dall’app.

        Inutile dire che i giocatori hanno bisogno di controlli e tempi di risposta diversi a seconda del gioco, motivo per cui Nacon ti consente di passare da quattro profili personalizzabili con una semplice pressione di un pulsante.

        È inoltre possibile passare dalla modalità cablata a quella wireless (utilizzando il dongle fornito) e passare dalla modalità di controllo PS4 standard, avanzata PS4 e PC. Sì, avete letto bene, Nacon Revolution Unlimited Pro è compatibile con PC insieme a PS4, rendendolo il controller perfetto per i giocatori multipiattaforma. Un controller per dominarli tutti e tutto il resto.

        Razer Raiju Ultimate

          L’originale Raiju di Razer – che troverete un po ‘più in basso in questa lista – è stato un promettente tentativo di un controller PS4 premium solo per una frustrante insistenza sul gioco cablato, un design ingombrante e un prezzo elevato.

          Con Raiju Ultimate, Razer ha aggiunto il gioco wireless, (leggermente) ottimizzato il design e, in realtà, ha reso il prezzo ancora più alto, ma ci sei.

          C’è una buona ragione per questo, per essere onesti. Raiju Ultimate utilizza il controller Xbox Elite di Microsoft come fonte di ispirazione e passa da lì. Come quel pad è fornito con una custodia da trasporto pesante, levette intercambiabili e D-pad, e una scelta tra il gioco via cavo o Bluetooth, con un interruttore sul retro per scorrere rapidamente tra le modalità (tra cui un’opzione Bluetooth del PC se si desidera utilizzare lontano dalla tua PS4).

          L’intera sensazione è altrettanto preziosa del controller Xbox Elite. Questo è pesante e liscio, con un design più morbido e arrotondato rispetto all’ultima Raiju. È anche completamente nero, perdendo gli accenti blu e ha migliorato i pulsanti meccanici per il viso che sembrano soddisfacenti e tattili.

          Come ci si aspetterebbe, ci sono ulteriori pulsanti personalizzabili qui – come il precedente Raiju ci sono altri due pulsanti sulla spalla e due sul retro. A differenza della maggior parte degli altri controller, non è possibile riprogrammare quelli che utilizzano il pad stesso, tuttavia è necessario utilizzare l’app per smartphone Raiju, che consente di creare e salvare più profili che è possibile quindi passare in modo immediato dal controller.

          Leggi anche  Miglior TV 2019: quale TV dovrei comprare?

          Quell’app viene anche utilizzata per la caratteristica più esclusiva di Ultimate: il supporto per gli effetti di illuminazione Chroma di Razer, che girano in una piccola striscia attorno al touchpad. È possibile utilizzare l’app per collegare determinati colori ed effetti a profili specifici, con la consueta serie di animazioni e opzioni di ciclizzazione del colore di altri prodotti Razer.

          C’è molto da raccomandare su Raiju Ultimate, e solo un grosso inconveniente: a £ 200 / $ 200 è all’incirca lo stesso prezzo della console stessa, e andrà benissimo fuori dalla fascia di prezzo della maggior parte delle persone. Razer offre anche un torneo Raiju più economico, che riduce l’illuminazione Chroma e alcune altre funzionalità e swap per un layout in stile Xbox, ma anche quello è caro a £ 150 / $ 150.

          Abbiamo anche realizzato un rapido video di unboxing e di prime impressioni con il controller di Gamescom, quindi dargli un’occhiata per vedere meglio il controller.

          Evil Shift per PS4

            Dobbiamo ammettere che Evil Shift per PS4 di Evil Controllers è uno dei nostri preferiti. La star dello spettacolo è senza dubbio l’innovativo sistema di paddle utilizzato dal controller, in quanto è diverso dai sistemi di paddle standard presenti su altri controller.

            Anziché utilizzare paddle flappy, lo Shift è dotato di paddle di forma più piccola ed ergonomici montati direttamente sopra i pulsanti di attivazione. Questo fornisce tempi di risposta velocissimi, anche con la più piccola quantità di pressione. Non importa se colpisci la racchetta anche in un angolo imbarazzante, poiché raccoglie input da quasi qualsiasi angolazione.

            È dotato di uno dei più semplici sistemi di rimappatura che abbiamo mai usato; piuttosto che richiedere un’app o un accessorio aggiuntivo per rimappare i pulsanti, è sufficiente tenere premuto il pulsante Condividi e la paletta che si desidera rimappare, quindi selezionare il pulsante che si desidera assegnare. Ci vogliono un paio di secondi e, a parte avere qualche altro screenshot nella nostra libreria PS4 di quanto vorremmo, è la soluzione ideale.

            L’Evil Shift presenta anche innescabili a forcina che presentano una riduzione del 50% della tensione del grilletto, aumentando il tempo di reazione con solo una frazione della pressione richiesta. Ti consente di rispondere rapidamente, anche se li abbiamo trovati un po ‘ pure sensibile a volte (abbiamo appoggiato le dita sui grilletti e li abbiamo attivati ​​accidentalmente in più di un’occasione).

            Troverai anche un’impressionante tecnologia ‘quick-touch’ incorporata sotto i pulsanti sul controller. I pulsanti richiedono meno pressione di attivazione rispetto a un controller PS4 standard e riducono la distanza della corsa del pulsante. È impressionante, offre tempi di reazione più elevati e un rumore del mouse molto soddisfacente.

            Puoi anche optare per le levette intercambiabili, con i controller malvagi che offrono fino a tre set di bastoncini, ognuno con una lunghezza leggermente diversa. Questo ti dà una superficie più ampia e quindi un maggiore controllo sulle levette analogiche, ideale per i cecchini in erba e per i fanatici dello stealth. Oh, e c’è anche una gamma di finiture cromatiche soft-touch tra cui scegliere (ad un costo extra) che si sentono sorprendenti nella mano.

            Razer Raiju

              Se stai cercando un passaggio dal DualShock 4 ma non vuoi che il problema di personalizzare un pad Scuf, la prossima scommessa migliore è probabilmente il Razer Raiju.

              A £ 150 / $ 150, questa cosa non è economica, ma è in linea con quello che paghereste per un controller Scuf – e più economico di quando sono a pieno carico. Offre molte delle stesse funzionalità, con alcune piccole modifiche e uno svantaggio importante.

              La Raiju è più soffice e più bloccata rispetto all’originale DualShock 4, ed è disponibile in nero con accenti blu acceso sull’impugnatura posteriore soft-touch e sui cappucci delle levette opzionali. L’ingombro è in parte grazie ai controlli extra nella parte inferiore, che ti consentono di passare da un profilo di controllo personalizzabile all’altra e di regolare le impostazioni audio.

              Sul retro del controller si ottengono quattro pulsanti programmabili aggiuntivi. Si noti che questi sono pulsanti, non paddle – quindi il posizionamento è leggermente diverso, con una coppia sul retro del pad e l’altra coppia in realtà alla fine, accanto ai trigger di spalla R2 e L2 esistenti. È una configurazione meno complicata che ti evita di mescolare un pasticcio di paddle, ma richiede un indice lungo per colpire i nuovi pulsanti sulla spalla.

              Leggi anche  I migliori telefoni Windows 2019

              Anche i grilletti principali sono impressionanti, con i fermi del grilletto opzionali e una modalità di innesco dei capelli per i giocatori FPS a fuoco rapido. Anche Raiju ha una valigetta elegante, che cementa l’intento di Razer: questo è un controller per i giocatori professionisti (e aspiranti) che vogliono partecipare ai tornei.

              Questo è ciò che ispira direttamente l’unica grande delusione di Raiju: non è wireless. I giocatori professionisti tendono a favorire la risposta rapida e l’affidabilità di una connessione cablata, cosa che capiamo, ma a questo prezzo sembra pazzesco non includere l’opzione per la riproduzione wireless. Anche i professionisti vogliono sedersi e giocare sul divano a volte.

              Hori Onyx

                Mentre la maggior parte dei controller PS4 sul mercato presenta lo stesso design di base, Hori offre qualcosa di diverso. Hori Onyx è la soluzione perfetta per coloro che preferiscono la forma e il design generali del controller Xbox One, con uno stick analogico off-set e impugnature più larghe pur mantenendo le funzionalità esclusive di PS4, tra cui la Touch bar e la connettività Bluetooth standard.

                Il design wide-set consente una migliore presa generale del controller, soprattutto durante sessioni di gioco più lunghe. La qualità generale della costruzione è decente e le impugnature sportive con finitura opaca sul retro garantiscono una presa extra quando i giochi diventano un po ‘più intensi e i palmi delle mani iniziano a sudare.

                C’è però un lato negativo del controller; mancano alcune funzionalità. Non troverai un jack per cuffie da 3,5 mm, una barra luminosa o un altoparlante sull’Onyx, limitando la sua funzionalità nei giochi che utilizzano i sistemi di altoparlanti e barre luminose. Oh, e non c’è il cavo USB incluso con il controller – dovrai usare quello fornito con la PS4.

                Hori Mini Wired Gamepad per PS4

                  Ecco qualcosa di diverso. Il Mini Gamepad Wired di Hori non ha i campanelli e i fischietti dei controller di fascia alta – infatti, mancano anche alcune funzionalità del DualShock 4 standard, incluso il supporto per PC.

                  Ciò che offre, però, è un semplice gamepad cablato costruito per mani più piccole (e più goffi). Le funzionalità sono ridotte, ma lo è anche il prezzo, che si attesta a circa la metà del prezzo di un DS4.

                  Disponibile in nero, rosso o blu, il mini gamepad sembra prendere le mosse dai controller retrò e dal più recente design Switch Joy-Con, con una forma semplice a blocchi che è circa la metà delle dimensioni di un controller tipico.

                  Tutti i pulsanti consueti sono presenti e corretti, ma mancano funzioni più avanzate: non ci sono barre luminose, prese per cuffie, altoparlanti, controlli di movimento o rumori. Anche il touch pad viene rimosso ma la sua funzionalità viene mantenuta consentendo di simulare determinate funzioni utilizzando una combinazione di un nuovo pulsante del touchpad e delle levette.

                  Hori e Sony stanno proponendo questo per i bambini, ed è facile capire perché. Il design blocky e robusto dovrebbe sopravvivere al peggiore degli abusi dei giocatori più giovani, e spogliarsi di caratteristiche più complesse significa solo che ci sono meno parti mobili da rompere. Il cavo da 3 m rende anche più difficile per loro lanciare il pad su una stanza – o semplicemente scappare con esso.

                  Tuttavia, le dimensioni compatte significano anche che il pad Hori potrebbe essere una proposta convincente per tutti i giocatori adulti che hanno mani piccole o potenzialmente per alcuni con problemi di accessibilità. Potrebbe anche essere un ottimo controller di viaggio di riserva, poiché è più probabile che sopravviva per essere buttato in una valigia.

                  Il set di funzionalità spogliato significa che questo non ha senso come controller di riserva o sostitutivo per il giocatore medio, ma per chi non è ben servito dal DualShock 4 o dai suoi equivalenti di fascia alta, il Mini Wired Gamepad di Hori potrebbe essere un ottimo acquistare.

                  LEAVE A REPLY

                  Please enter your comment!
                  Please enter your name here